Ancora in queste ore,
e certamente nelle prossime visto che l’emergenza non e’ rientrata,
sono state spese molte parole sul disastro che si sta abbattendo sulla Sardegna orientale.

Il pavimento della cantina di casa mia si e’ spaccato
ed e’ sgorgata una fonte d’acqua.
Perche’ la natura ignora l’Uomo e passa dove vuole passare.

L’unico mio pensiero che comunque vorrei rendere pubblico
e’ certo la commozione e il rispetto per quei pastori,
piu’ volte mostrati dalle telecamere mentre componevano i cadaveri di parte del loro gregge.

Nessuna parola, ne’ espressione traspariva dai loro volti,
se non la tragica coscenza della realta’ .
Quelle povere bestie con il ventre gonfio rappresentavano il sostentamento per le loro famiglie,
ma loro non hanno proferito verbo, non hanno mostrato rabbia e rancore.

Grazie per questa lezione di civilta’.