Sono passati quanti… 35 anni?

Eppure le parole di Bob Dylan sembrano seguire
l’attualità del 2000.

Teniamo fermo il cuore, impariamo a difendere chi non ha armi ma solo lacrime.
Chi è troppo debole, troppo solo o anche troppo rassegnato.
Diamo voce alla Pace.

Blowin’ In the Wind

How many roads must a man walk down
Before you can call him a man?
Yes and how many seas must the white dove sail
Before she sleeps in the sand?
Yes and how many time must the cannon balls fly
Before they’re forever banned?

The answer my friend is blowin’ in the wind
The answer is blowin’ in the wind.

How many years can a mountain exist
Before it is washed to the see?
Yes and how many years can some people exist
Before they’re allowed to be free?
Yes and how many times can a man turn his head
And pretend that he just doesn’t see?

The answer my friend is blowin’ in the wind
The answer is blowin’ in the wind.

How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Yes and how many ears must one man have?
Before he can hear people cry?
Yes and how many deaths will it take ’til he knows
That too many people have died?


Il Medioriente Brucia. E forse anche il resto del mondo.

Tra la palese indifferenza dei Media pubblici e privati, da ormai due mesi l?escalation della violenza stà sconvolgendo gli equilibri in Medioriente.

Non c?è solo Bagdad.

Tutta l?area è una bomba pronta a esplodere con tutta la violenza che può generare l?estremismo e la politica cieca.

Da una parte Israele, che nonostante il parere contrario della maggioranza della popolazione (vedi varie manifestazioni per la pace e la liberazione di Gaza MAI pubblicizzate), continua nella sua politica folle di carri armati e rappresaglie sulla popolazione.

Uno Stato che reagisce meschinamente ad ogni provocazione, esplicitamente volta ad interrompere il processo di pacificazione, non si può considerare maturo. Il muro contro muro ha dimostrato ampiamente che non funziona.

Dialogo: la parola magica, il grimaldello per aprire la della sospirata pace viene costantemente ignorata e calpestata.

Nord Corea, un brivido.
Terrore puro, dovuto al silenzio sulla questione. Hanno il nucleare e lo vogliono usare. E tutti trattengono il respiro.

Ora il Libano.
Quanto non sappiamo? Cosa ci viene detto e perché. Cosa ci viene nascosto e perché.

E? impossibile ignorare che il conflitto mondiale è alle porte.
Tensioni vecchie di sessant?anni stanno premendo.
Questioni accantonate premono per essere risolte.
L?Estremismo è forse la Longa Manus di chi usa l?ignoranza e il fanatismo per muovere come pedine i Governi.

Cosa fare?

Bè io sono fortunata, in un?era post-nucleare me la potrei cavare, perché il mondo che conosciamo oggi scomparirà. Io appartengo a quella generazione che sa come si prepara un orto, si fa il pane e quali sono le erbe commmestibili. Se ci saranno ancora.

Forse l?Enterprise è vicina?.